04 Gennaio 2019 : compensare è giusto ?

Oggi è stata una giornata inziata molto presto, alle 4.45 del mattino sveglia per poi partire in macchina alla volta di Mestre, presso la sede del cliente.

Avevo intenzione di prepararmi il pranzo la sera prima, ma onestamente ero troppo stanco e la voglia zero hanno contribuito al fatto di dover ordinare la pizza da asporto.

Quando ordino una pizza non riesco mai ad ordinarne una “normale”, quindi mi sono ordinato una Canta Napoli (mozzarella di bufala, salsicce, friarielli) e non contento ci ho fatto aggiungere anche le patatine fritte, insomma una bella bomba.

Infatti uscito da lavoro, mi sono accorto che la pizza non avevo nemmeno cominciato a digerirla e quindi ho cominciato a valutare se compensare o meno con la cena della sera.

Compensare, è giusto o no compensare dopo una abbuffata ? Secondo me è giusto NON saltare del tutto il pasto ma limitarsi magari a mangiare qualcosa che possa poi consentire di assumere una terapia medica che abbia la prescrizione di essere assunta a stomaco “pieno”.

Così la sera mi sono limitato a mangiare uno wurstel di soia ed ho assunto la mia terapia (antidiabetica ed antipertensiva) mentre stavo continuando a digerire la pizza.

03 Gennaio 2019 : ogni giorno meglio

Terzo giorno, oggi decisamente meglio di ieri e del giorno precedente, la cosa importante è questa, avere la convinzione di aver fatto bene giorno dopo giorno, solo questo riuscirà a dare i risultati sperati al 30 giugno.

L’unica cosa che non riesco ancora a fare è uscire a camminare, non riesco nemmeno a fare un pochino di cyclette ed anche guardare alla sera il contapassi (un miFit 3 della Xiaomi) è molto deprimente.

Nella foto in evidenza la mia cena di questa sera, hamburger di pollo e tacchino con carciofini sottolio e 4 gallette di mais.

Domattina sveglia presto per andare a lavorare in sede dal cliente, mi toccano tra andata e ritorno 160 km, onestamente non so cosa mangerò per pranzo, probabilmente una pizza margherita, lo deciderò domani.

02 Gennaio 2019 : meglio di ieri ma si può fare di più

Oggi è stata una giornata interlocutoria, non si può pensare di risolvere tutti i problemi alimentari in 2 giorni, l’importante era ripartire e penso che oggi, nonostante tutto sia andata discretamente.

Sono riuscito a cucinarmi un piatto di pasta a pranzo, e del salmone alla piastra per cena, come si evince dalla foto allegata al post.

Se la giornata fosse terminata alle 20.00 potrei parlare di una giornata alimentare spettacolare, però poi c’è stata la serata ludica con gli amici e non ho saputo resistere al vin brulè e ad una fetta di pandoro, su questo devo ancora lavorare.

Un passo avanti l’ho fatto stamattina andando a pesarmi un farmacia, trovate tutti i risultati nella pagina dedicata, per la misurazione della glicemia penso che sia ancora presto, sicuramente sarà alta.

01 Gennaio 2019 : un giorno zero da dimenticare

Le buone intenzioni ci sono tutte, sono consapevole del fatto che così non posso assolutamente andare avanti, ma quando ti trovi al mattino dopo aver dormito due ore la notte precedente (e non per i bagordi del Capodanno) allora la tua unica consolazione diventa il cibo.

Quindi nemmeno pubblico il diario alimentare, è stata una giornata abbastanza bulimica, fatta di uno sgarro dopo l’altro, insomma una di quelle giornate che avevo promesso a me stesso che non sarebbero mai più capitate.

Un vecchio film la battuta finale era “domani è un altro giorno”, ecco allora domani è un altro giorno, azzeriamo tutto e ripartiamo da zero, ma che sia una ripartenza di quelle serie di una volta, senza lasciarmi condizionare da accadimenti esterni.

2019 : l’anno della svolta

ObesoDaUnaVita nasce da una esigenza ben precisa, quella di ripredermi in mano la vita una volta per tutte, a tutti i costi.

E’ una delle ultime chanche che ho, anche perchè ultimamente mi sto lasciando parecchio andare, non so quanto peso, non sto controllando la glicemia da un pezzo, la pressione non ne parliamo nemmeno, insomma sono proprio alla deriva.

La condizione di “obeso” però comincia a pesarmi parecchio, in pratica non ho una vita sociale, sempre chiuso in casa a lavorare e quelle poche volte che riesco ad uscire sono sempre più sporadiche.

Allora mi rimetto in gioco, cercando di alimentare questo blog giorno dopo giorno, così come avevo fatto qualche anno orsono, il mio obiettivo resta sempre lo stesso, ovvero arrivare alle vacanze estive con qualche chilo in meno, per tenere il passo dei bambini che crescono e che rivolgono verso di loro sempre più attenzioni, e con questa pancia che mi ritrovo addosso di certo non riuscirò a stargli dietro.