01 Maggio 2019 : due indizi fanno una prova, la pizza era avariata

Per chi si fosse perso la prima parte di questo post, Dalla gioia per la pizza al pronto soccorso in 3 ore

Come recita il titolo del post “due indizi fanno una prova”, perchè c’è una grossa novità nel discorso della mia colica di domenica sera.
Come ho già raccontato, non sono riuscito a mangiare tutta la pizza, ne ho lasciato un quartino ed ho detto a mia moglie che se voleva poteva darlo alla suocera perchè io onestamente ne avevo abbastanza.

Ebbene, la suocera dopo aver mangiato la pizza la sera, ha avuto la mia stessa sintomatologia dopo 3 ore con lancinanti dolori addominali, solo che lei è riuscita a risolvere il tutto con delle scariche.
Una volta appurato questo, mia moglie ha deciso di segnalare il tutto all’ufficio igiene della azienda sanitaria.

Premesso questo, oggi siamo al terzo giorno dopo la colica (o se vogliamo darle il suo nome intossicazione alimentare) e non sono ancora tanto a posto, lunedi non sono riuscito nemmeno a lavorare (ed ho lavorato anche con 40° di temperatura), ho ancora delle coliche più che altro addominali che anticipano delle scariche abbastanza importanti. Nel frattempo sto facendo anche una terapia antibiotica con Cefixoral 400mg x2 per 5gg.

Io mi auguro che gli ispettori vadano e facciano il loro lavoro con i prelievi per verificare se c’è qualche inadempienza da parte del ristoratore, non si può permettere di mettere in vendita dei prodotti se non si è sicuri della loro qualità, in ogni caso in quel ristorante non ci metterò piede nemmeno se mi pagano e da oggi la mia pubblicità nei loro confronti sarà totalmente negativa.